# 14 / 2019
03.10.2019

La finanza sostenibile è più di una moda. Quale via seguiremo?

La finanza sostenibile sta acquisendo importanza sia a livello nazionale che internazionale e apre nuove opportunità per la piazza economica svizzera, ad esempio per quanto riguarda nuovi settori di attività e il raggiungimento degli obiettivi internazionali di sostenibilità. Tuttavia, l'intervento pubblico e la creazione di sistemi di classificazione statale dovrebbero essere trattati con cautela.

L’essenziale in breve

Da qualche tempo si sta sviluppando sui mercati una forte dinamica in ambito di investimenti sostenibili. L’interesse suscitato dalla finanza sostenibile (in inglese “Sustainable Finance”) si è recentemente esteso alle ONG, al Parlamento e ai media. Questo offre opportunità per gli investitori, le imprese e gli istituti finanziari orientati alla sostenibilità, ma comporta anche il rischio di interventi sproporzionati sul mercato. L’UE sta elaborando un ampio piano d’azione per stabilire degli standard nel campo degli investimenti sostenibili. Questo potrebbe avere conseguenze per il settore finanziario svizzero. Vari istituti hanno iniziato a definire gli obiettivi in materia di finanze sostenibili. Tra le iniziative lanciate dai governi a livello internazionale, menzioniamo il Sustainable Finance Study Group del G20 o la Coalition of Finance Ministers for Climate Action.

Posizione di economiesuisse

  • economiesuisse sostiene la domanda di finanziamento sostenibile generata dal mercato.
  • L'intervento dello Stato e la creazione di sistemi di classificazione statale dovrebbero essere realizzati con moderazione e il più possibile coordinati a livello internazionale.
  • L’organizzazione mantello dell’economia sostiene le attività atte a posizionare le imprese sostenibili.
  • Le discussioni sulla finanza sostenibile devono concentrarsi sulle forze del mercato e i prodotti che si sviluppano nonché sulla creazione di condizioni uguali per tutte le imprese.

Contatto o domande